Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

Facebook e la pedofilia online

sabato 16 luglio 2011 scritto da Luigi Vinci Letto 2.730 volte lascia un commento »

Su Facebook ho letto un appello che ha attirato la mia attenzione.

L’appello suggerisce di non accettare l’amicizia da alcuni utenti Facebook perchè il loro unico intento è quello di accedere alle foto di bambini

Ecco il testo dell’appello:

ATTENZiONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!​ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!​ !!! NON accettate richieste di amicizia di queste persone: [omissis] Stanno Cercando di accedere Alle foto dei Bambini. Copia e incolla sulla tua bacheca! URGENTISSIMO

La prima cosa che mi viene da dire è: Se proprio vuoi stare sicuro, non accettare le amicizie di chi non conosci.

Se vuoi condividere in maniera “sicura” foto con amici e parenti via Facebook procedi in questo modo:

Seleziona l’album fotografico che vuoi proteggere e clicca su modifica album

Nella finestra di dialogo che appare, attiva il menù a tendina Privacy e seleziona la voce Personalizzata

Si apre una nuova finestra di dialogo.

Nella parte superiore, Rendi visibile a, imposta il parametro Queste persone su Persone specifiche … Nel campo immediatamente sotto incomincia a scrivere i nomi dei tuoi contatti a cui ritieni di poter far visualizzare le foto.

Nella parte inferiore, Nascondi a, puoi inserire i nomi dei contatti a cui non far vedere le foto dell’album.

In questo modo le tue foto saranno al sicuro da occhi indiscreti.

Altro discorso per quel che riguarda la pedofilia online

Non tutti sanno che esiste un’apposita sezione del sito commissariato di polizia online

Previa registrazione,  è possibile effettuare delle segnalazioni

Come indicato sul sito

La segnalazione è un atto tramite il quale porre alla nostra attenzione comportamenti ed eventi di natura presumibilmente illegale, al fine di permetterci di verificare la reale illiceità dei fatti rappresentati.

Spazio vuoto, lo vuoi tu? Contattami ;)
  • http://twitter.com/Nexso Nexso

    Invece, conosco gente idiota che non solo pubblica di sua spontanea volontà foto dei propri bambini ma addirittura si lamenta se qualcuno commenta tali foto con parole assolutamente garbate e gentili (avendo messo sempre di sua spontanea volontà, la possibilità di commentare).
    A parte questo, complimenti davvero per questa guida.