Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

Foxconn e i numeri neri di Steve Jobs

martedì 26 ottobre 2010 scritto da Luigi Vinci Letto 2.277 volte lascia un commento »

Leggi l'articolo Foxconn e i guadagni spropositati di Apple

In Italia molte persone sono ancora in preda al delirio Iphone4, ma in pochi forse conoscono la realtà che si cela dietro questo “nuovo” fenomeno del marketing.

70 ore di lavoro a settimana (ora ridotte a 60), 51 centesimi di $ all’ora per ciascun operaio, 6.1 miliardi di $ a Steve Jobs, 12 vite. Per ingigantire questo motore umano la Foxconn è pronta ad investire 10 miliardi di dollari.

Mirella Castigli, autrice dell’articolo di melamarcia dal quale ho preso spunto, scrive:

Qui è il nodo gordiano, da sciogliere quanto prima: quando compriamo consumer electronics, diamo una buona e una cattiva notizia. La buona notizia è che diamo un piatto da mangiare a qualcuno nel mondo, lontano da casa nostra. La cattiva notizia è che ci sporchiamo le mani con il sangue di chi ha lavorato quel gadget allo sfinimento e forse al suicidio. “That’s our world”. Che fare?

Nella mia infinita ingenutità la soluzione potrebbe essere articolata in 3 punti:

1) Raddoppiare il numero di persone che lavorano in quelle fabbriche
2) Dimezzare le ore lavoro per ciascun operaio
3) Pur diminuendo le ore lavoro, aumentare il salario di ciascun operaio

Foxconn e Apple guadagnerebbero meno ma sempre tantissimo

Spazio vuoto, lo vuoi tu? Contattami ;)