Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

M-commerce

mercoledì 11 maggio 2011 scritto da Luigi Vinci Letto 2.226 volte lascia un commento »

Il mercato mobile italiano potrà contare su un sistema che permette di utilizzare il credito telefonico per effettuare acquisti on line.

3 Italia, TIM, Vodafone, Wind, Postemobile e Fastweb, hanno commissionato alle italiane Reply e Engineering, una piattaforma unica per i pagamenti da cellulare.

L’ampiezza del potenziale bacino d’utenza, oltre 46 milioni di italiani, ha già attirato diverse aziende come Gruppo Caltagirone Editore, Class Editori, Guida Monaci, L’Espresso, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Microsoft Italia, Mondadori, Monrif Poligrafici Editoriale, Paperlit, RCS, Shenker, L’Unione Sarda.

Le principale caratteristica della piattaforma è di essere universale e indipendente dal contenuto acquistato, dal fornitore e dall’operatore di appartenenza. Una vera innovazione, che garantisce un’ integrazione immediata tra le aziende fornitrici dei contenuti digitali e gli operatori di telefonia mobile che intendono abilitare i propri utenti ad accedere alle offerte commerciali tramite mPayment.

Chi acquista viene identificato grazie al solo numero di cellulare al quale viene inviata una password temporanea via SMS.

Non vengono quindi richiesti nè dati anagrafici né tantomeno quelli relativi ad un mezzo di pagamento elettronico.

Chi acquista attraverso il proprio numero telefonico, vedrà scalato dal proprio credito residuo della SIM o direttamente addebitato sulla bolletta del conto telefonico, il costo del bene acquistato.

L’esito dettagliato della transazione, sia positivo che negativo, viene notificato attraverso un SMS gratuito.

Spazio vuoto, lo vuoi tu? Contattami ;)