Questo blog e' libero dal NOFOLLOW!

Stelle di Natale AIL

giovedì 09 dicembre 2010 scritto da Luigi Vinci Letto 3.345 volte lascia un commento »

Il 10, 11 e 12 dicembre scendi in piazza per aiutare la ricerca.

Acquistando una Stella di Natale dell’AIL regalerai una luce a chi ne ha bisogno. Non mancare!

Per conoscere la piazza a te più vicina chiama il numero 06/70386013

L’AIL ofrirà una Stella di Natale a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro, diventando così Sostenitore dell’Associazione. Le stelle dell’AIL sono caratterizzate dal logo dell’associazione.

I fondi raccolti con la manifestazione “Stelle di Natale” verranno impiegati per:

- finanziare la Ricerca Scientifica nel campo delle Leucemie, dei Linfomi e del Mieloma:
in particolare, quest’anno, l’iniziativa è dedicata al finanziamento del GRUPPO GIMEMA a cui fanno capo 150 centri di ematologia presenti su tutto il territorio nazionale.

- migliorare la qualità delle cure;

- continuare nella realizzazione di “Case AIL” (attualmente grazie all’impegno dell’AIL sono 32 le città italiane che ospitano questo servizio);

- collaborare al servizio di assistenza domiciliare ai pazienti ematologici di tutte le età per offrire loro le cure necessarie nel loro ambiente familiare (l’AIL finanzia già 40 servizi di assistenza domiciliare).

È ormai noto che i rilevanti progressi della Ricerca Scientifica e di terapie sempre più efficaci e mirate, compreso il trapianto di cellule staminali, hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti affetti da tumori del sangue.

Tali risultati sono stati resi possibili grazie alla costante attività dei ricercatori e all’impegno d’informazione, sensibilizzazione e sostegno delle Associazioni che operano in questo ambito.

Spazio vuoto, lo vuoi tu? Contattami ;)
  • http://twitter.com/Nexso Nexso

    Sai una cosa, queste pubblicità mi fanno girare le palle incredibilmente. Perchè? Perchè per queste associazioni che chiedono soldi la pubblicità la fanno ( e come!) mentre per progetti che NON chiedono neanche un centesimo e cioè i progetti che sfruttano la tecnologia del calcolo distribuito (in primis folding@home), il silenzio più totale. Altro che santo natale, mi ci vorrebbe un imponente moccolo di bestemmie. Ovviamente non ce l’ho con te, nè con chi in buona fede dona denaro ma credo che tu possa capire il mio sdegno.

    • http://www.luviweb.it LuViWeb

      Ciao Nexso.
      Il calcolo distribuito è uno stratagemma per fornire potenza di calcolo a costi contenuti, sicuramente aiuta la ricerca e andrebbe sponsorizzato maggiormente (perché non fai un bel guest post sull’argomento?)
      Il finanziamento arriva la dove il calcolo distribuito non può.
      Banalmente l’acquisto di computer, ma anche di strumenti da laboratorio. Il solo calcolo distribuito non consentirebbe di supportare il malato e i suoi familiari. A livello di comunicazione, il solo calcolo distribuito non consentirebbe di sensibilizzare chi il computer non sa nemmeno come è fatto, mentre la distribuzione delle stelle di Natale in piazza si. Si parla tanto di Berlusconi, di wikileaks ma le cose importanti sono altre. La lotta ai tumori è una di queste e sono felice di poter mettere a disposizione uno spazio del mio blog per questa campagna.
      Ciao
      Luigi

      • http://twitter.com/Nexso Nexso

        “perché non fai un bel guest post sull’argomento?” Dimmi come fare è lo farò anche adesso! :)
        Riguardo queste campagne, ok forse aiuteranno ma ho letto che associazioni come Telethon si prendono la maggior parte degli fondi per loro, lasciando le briciole per chi ne ha davvero di bisogno.
        Riguardo invece berlusconi e Wikileaks, berlusconi e la politica in generale per me può bruciare perchè a loro interessa potere e denaro e non il bene dell’intera umanità. Non sanno cosa sia l’amore questi porci. Wikileaks invece è un bene prezioso da preservare dato gli innumerevoli scandali portati a galli come ad esempio i bambini torturati in iraq dai soldati americani (non fammi postare foto, per favore!). Il problema sono i tg italiani che prendono Wikileaks come una sorta di magazine di gossip. Questa è pura disinformazione. Non partano della gente che in queste ore sta rischiando la vita per mantenere vivo il sito. Non parlano dei veri contenuti dei loro database. Non dicono che Wikileaks vive esclusivamente di donazioni. Il conoscere una verità a cui non sappiamo come risolvere, ci rende tristi e preferiremmo non conoscerla ma se non la conosciamo, come potremmo mai trovare una soluzione?
        Ciao

        Nexso

        PS: Diffondi questa petizione per difendere Wikileaks, per favore: http://www.avaaz.org/en/wikileaks_petition/97.php?cl_tta_sign=9084e8685e6f6065c30af8a304947367

  • http://twitter.com/Nexso Nexso

    Luigi, come si fa sto guest post per folding@home?
    PS Perchè non metti sul tuo blog quella funzione per abbonarsi ai commenti?

    • http://www.luviweb.it LuViWeb

      Ciao Nexso.
      Se non lo hai ancora fatto registrati su luviweblog, quando hai fatto avvertimi così ti modifico il profilo in modo da poterti far scrivere degli articoli.
      Dopo di che scrivi l’articolo e lo pubblichi a tuo nome su luvi weblog.
      Hai un accounte adsense per caso?

      • http://twitter.com/Nexso Nexso

        Come ci si iscrive al tuo blog? Ti prego non dirmi che mi serve Facebook…

        • http://www.luviweb.it LuViWeb

          Ops, mi ero scordato di aver disabilitato la registrazione (troppi bot e malintenzionati)
          Mandami una mail in privato e ti creo il profilo :D
          Poi vedrai che il resto è facile e non serve il profilo Facebook ;)

          Ti aspetto
          Ciao

          • http://twitter.com/Nexso Nexso

            Te la sto mandando ;)

          • http://twitter.com/Nexso Nexso

            Ho scritto l’articolo! manca soltanto la tua benedizione (pubblicazione).
            Ciao ^^

  • http://www.luviweb.it LuViWeb

    Ciao Nexso
    Ottimo lavoro, prima di pubblicarlo è opportuno effettuare alcuni piccoli accorgimenti per ottimizzare la pubblicazione e soprattutto la diffusione dell’articolo in modo da valorizzare il tempo che hai dedicato alla stesura.
    Cercherò di creare un articolo dove spiego passo passo le operazioni che effettuo sui miei articoli così poi le potrai ripetere nei tuoi.
    E’ anche un modo per conoscere il lavoro che c’è dietro ogni articolo.
    Ora però il tempo è tiranno per cui non posso farlo subito. Abbi ancora un pò di pazienza.
    Per ora grazie e spero che ti troverai bene su LuVi Weblog come autore ;)

    Ciao
    Luigi

  • http://twitter.com/Nexso Nexso

    Ok grazie :)